fbpx

Sostituzione Otturazioni in Amalgama

Cura le tue carie con le
otturazioni estetiche bianche

Otturazione del dente: quando e perché si esegue?

Uno dei fenomeni più comuni perché si va dal dentista è la presenza di carie. La carie è nello specifico una degenerazione infettiva del tessuto dentale causato da batteri e placca che si depositano sulla superficie.

Quando si presenta una carie, le cause principali sono due: la scarsa igiene orale del paziente, oppure il sistema immunitario ha avuto abbassamento nel tempo.  In questo caso entra in gioco l’otturazione del dente che è la tecnica utilizzata per riparare il dente danneggiato dall’insorgere di carie o di altri traumi.

Le otturazioni in amalgama sono nocive?

L’otturazione consiste nel pulire il dente, infetto da batteri e placca, e ricostruirlo con del materiale composito per ripristinare la morfologia del dente. In passato erano molto utilizzate le otturazioni in amalgama che, oltre a non garantire un’estetica simile a quella di un dente (essendo di colore scuro) si sono rivelate anche dannose.

L’amalgama è composta da Mercurio, Stagno, Rame e Zinco. La presenza di mercurio può essere pericolosa per il paziente perché, giorno dopo giorno, l’amalgama può corrodersi e il paziente può ingerirla senza nemmeno accorgersene.

Poiché il Mercurio è una sostanza particolarmente tossica è preferibile procedere alla sostituzione dell’otturazione in amalgama a favore dell’utilizzo di altri compositi non nocivi e più estetici.  

Quale materiale è utilizzato per le otturazioni estetiche?

L’otturazione del dente è realizzata in compositi biocompatibili a base resinosa dal colore simile a quello dei denti naturali.

I compositi moderni sono infatti poco visibili, garantiscono un miglior risultato dal punto di vista estetico ed una maggiore e più longeva resistenza. Grazie al progresso tecnologico che ha reso disponibili materiali molto più avanzati e sicuri, oggi è possibile offrire un trattamento di otturazione duraturo nel tempo ed esteticamente valido.

L’otturazione va curata nel tempo?

Dopo aver eseguito un’otturazione, il dente trattato, risulta più sensibile ma questo stato è solo temporaneo e passa dopo alcune ore. È importante, però, prendersi cura dei propri denti e, in particolare in questo caso, attraverso una corretta igiene orale.

In primis, lo spazzolino va cambiato ogni 2 mesi ed è importante fare la visite di controllo presso uno studio dentistico almeno una volta l’anno.

Alcuni interventi eseguiti nel nostro Studio

Cerchi un dentista a Bari per sostituire le Otturazioni in Amalgama?
Prenota subito una visita presso il nostro Studio, ti aspettiamo in Via Japigia 39 a Bari

Compila i campi sottostanti o contattaci


IT: siti web bari